Trading CFD: come funziona e perché scegliere di investire

Trading CFD: come funziona e perché scegliere di investire

Lo scopo di questo articolo è spiegare come funziona il Trading CFD e tutto ciò che ha a che fare con questa tipologia di trading.

Questo articolo nasce per fornirvi una spiegazione con maggiori dettagli sui CFD.

Ma partiamo dalle basi, cos’è un CFD?

CFD sta per “Contract for Difference” ed una sorta di accordo per scambiare la differenza di prezzo di una determinata attività.
Dal momento di apertura del contratto, al momento di chiusura.

E’ molto interessante vedere che un CFD è solo un mezzo di investimento, per cui non si possiede realmente la risorsa o lo strumento sul quale si è deciso di investire.

Tecnicamente infatti vengono definiti prodotti derivati, perché il loro valore è basato da un bene sottostante.

Quando si decide di negoziare con i Contract for difference, ci si rivolge a piattaforme che offrono delle ottime piattaforme di investimento, come eToro, 24option o il broker XTB per esempio.

Utilizzare una piattaforma che sia facile da comprendere è sicuramente un bel punto di forza per iniziare a fare Trading con i CFD.

Ma come funziona il trading CFD nello specifico?

Quando si decide di negoziare con i CFD il vantaggio principale è uno: trarre profitto sia se i mercati si muovono verso il basso che verso l’alto.

Ed è questa differenza principale fra il Trading CFD su azioni e l’acquisto stesso delle azioni in banca.

Infatti con il Trading CFD se si crede fermamente che il prezzo di un bene salirà, si decidere di aprire sulla piattaforma una posizione di acquisto, che viene definita “long“. Al contrario, se si pensa che il prezzo del bene scenda, si aprirà una posizione di vendita, che viene definita “short“.

Per esempio, se si pensa che un mercato specifico aumenti, si dovrà acquistare un CFD per iniziare a scambiarlo.

Il profitto sarà ovviamente maggiore quanto più il mercato crescerà all’interno dei grafici finanziari, così come le perdite perdite saranno tanto maggiori quanto più scenderà.

Sono molte le piattaforme che offrono la possibilità di negoziare CFD su una vasta gamma di mercati come: indici, criptovalute, azioni, coppie di valute e materie prime.

Con il Trading CFD è possibile anche negoziare mercati indici azionari che operare normalmente, in realtà, non sono accessibili.

Fra le caratteristiche principali dei CFD vi è la possibilità di investire con uno strumento all’avanguardia: la leva finanziaria.

Sicuramente è molto utile per gli investitori che amano diversificare il portafoglio, può causare perdite che potrebbero superare il tuo deposito iniziale sul proprio conto di trading CFD.

E’ necessario, quando si sceglie di fare Trading online, calcolare il profitto e la perdita nel trading CFD.

Prima di tutto è interessante conoscere i prezzi di offerta e la differenza fra i prezzi.

Quest’ultima particolare differenza viene definita come spread.

Per esempio se ritieni che un mercato sia destinato ad alzarsi, dovrai optare per l’acquisto del prezzo dell’offerta oppure se ritieni che il mercato sia destinato alla discesa, dovrai optare per la vendita rispetto al prezzo dell’offerta.

Ma come si calcolano effettivamente i profitti e le perdite sul proprio account di Trading CFD?

Innanzitutto possiamo dirvi che è molto semplice di come pensate. E’ davvero molto facile e si basa tutto sul numero di azioni (o contratti nel caso del Trading CFD) che si decide di selezionare.

Tutto ciò dipenderà strettamente dalla vostra volontà, purché si soddisfino le dimensioni minime per accedere ad un qualsiasi mercato.

Sicuramente sarà necessario ricordare che il valore di un contratto varia in base alla differenza dei singoli mercati.

In conclusione possiamo dire che in molti scelgono il Trading CFD, perché le piattaforme offrono anche delle demo gratuite per provarlo e per decidere se è un investimento che fa davvero al caso vostro.